La vaccinazione contro il vaiolo - 1809

SACCO, Luigi (1769-1836). Trattato di vaccinazione con osservazioni sul giavardo e vajuolo pecorino. Milano, Dalla tipografia Mussi, 1809.

 

PRIMA EDIZIONE della più importante opera italiana sulla vaccinazione.

Il trattato ebbe una notevole influenza nella diffusione della pratica della vaccinazione contro il vaiolo nel nostro paese, favorendone l’accettazione sia da parte del mondo professionale che da parte dei pazienti.

Luigi Sacco, medico, botanico ed economista originario di Varese, si laureò in medicina nel 1792 a Pavia, dove fu allievo di L. Spallanzani e A. Scarpa. Egli fu il primo ad introdurre in Italia, nel 1799, la vaccinazione antivaiolosa di Edward Jenner, applicandola su vasta scala con ceppi autoctoni ed effettuando oltre un milione di inoculazioni. Successivamente continuò la sua opera di diffusione della nuova scoperta nelle Indie Orientali. Morì a Milano nel 1836.

 

Descrizione fisica. Un volume in 4to grande di pp. 223, (3). Con il ritratto di E. Jenner in antiporta (J.R. Smith inv.-P. Anderloni inc.) e 4 tavole ripiegate fuori testo incise in rame e colorate a mano (Mammella di vacca colle pustole di vaccino, Piedi di un cavallo col Giavardo, Braccia col vaccino vero e spurio, Testa di pecora col vajuolo pecorino). Inoltre con due medaglioni, uno sul frontespizio inciso da Bordigna ed uno a pagina 5 inciso da G. Benaglia con il ritratto dell’autore.

F. Govi, I classici che hanno fatto l'Italia, Milano, Regnani, 2010