di  Il Cartiglio Libreria Antiquaria di Roberto Cena & C.snc

SUIDAS.

(In Greco) LEXICON GRAECUM

(In fine) MEDIOLANI, IMPRESSUM IMPENSA ET DEXTERITATE D. DEMETRII CHALCONDYLI IOANNIS BISSOLI BENEDICTI MANGII, 15 NOVEMBRE 1499 , in foglio

Elegante legatura in pieno marocchino granata dell'inizio del XIX secolo; ai piatti, filetti ed ampia bordura in oro con, al centro e all'interno del campo, fregi a secco; dorso riccamente ornato con eleganti fregi, titolo e luogo di edizione, in oro; tagli dorati; dentelle interne; guardie in carta marmorizzata. Al contropiatto anteriore, etichetta del legatore "(Buond by) S. Ridge Grantham" ed ex-libris di "Erick Von Rath". 516 carte non numerate; al verso dell'ultima carta, fitta elencazione manoscritta da antica mano. Carattere greco (e latino) su 45 linee; al verso della carta ZZ5, dati tipografici e marca dell'editore. Al recto della carta 1, curioso  dialogo tra il libraio e uno studente con l'intento di fargli percepire la necessità di acquistare l'opera. Seguono due epigrammi latini di Antonio Motta. Al recto dell'ultima carta vi sono due poesie latine, al verso della stessa carta, una mano cinquecentesca  vergato in carattere greco una parte della carta 2 della successiva edizione aldina del 1514, proponendo un probabile paragone.   Rara Editio Princeps di questo fondamentale lessico redatto intorno all'anno 1.000 d.C., costituito da oltre 30.000 voci, è la più ampia raccolta greca di questo genere. "Suidas", ritenuto il nome dell'autore fino all'accettata opinione di P. Maas che nel 1932 lo propose come il titolo dell'opera, è un termine  di incerta traduzione, con un significato probabilmente prossimo a "vademecum". Il testo, redatto in greco bizantino e riguardante l'area mediterranea,  comprende dati grammaticali ed etimologici, notizie storiche, letterarie, biografiche, scientifiche  e geografiche e tratta, inoltre, di usi e costumi. L'edizione, è l'unico libro pubblicato a Milano dagli editori Bissolo e Mangio, che collaborarono fino all'anno prima a Venezia , e probabilmente anche l'ultimo frutto del loro sodalizio. Superbamente impresso con dei raffinati caratteri è considerato uno dei migliori esempi di impressioni in greco che siano mai stati pubblicati. Cfr. Proctor, Printing of Greek, p. 112 "To do all the punchcutting and casting required, and  to edit and print off a volume of this size in a time which cannot in any caseexceed fifteen to sixteen months, was a marvellous feat".  Esemplare in eccellenti condizioni, di una freschezza e genuinità davvero rare, modesto alone di pochi centimetri al bordo superiore delle ultime 8 carte, altrimenti freschissimo, a grandi margini.